Come aprire un e-commerce da zero e quanto costa?

Come aprire un e-commerce da zero e quanto costa?

16 SET 2021

Quanto costa aprire uno shop online? Vuoi aprire un sito e-commerce ma non sai da dove iniziare? Proviamo a dare una risposta alle domande più frequenti che ci vengono poste quando si vuole iniziare a vendere online e fare e-commerce nel 2022

In questo articolo tratteremo:

1) E-commerce: dubbi e domande
2) Perchè aprire un e-commerce?
3) E-commerce: Digitale vs Fisico
4) E-commerce: analisi e strategia
5) Lo store adatto per ogni prodotto
6) UX e UI
7) Il marketing ed il budget dedicato
8) I costi dell'e-commerce

Come creare un e-commerce

Aprire un e-commerce da zero: i dubbi e le domande più frequenti 

Quanto costa aprire uno shop online? Qual’è il primo passo per aprire il proprio e-commerce? A quale piattaforma ci si deve affidare? Queste sono solo alcune tra le molte domande che le persone si pongono quando decidono di affacciarsi per la prima volta al mondo delle vendite online e che spesso mettono in difficoltà anche gli individui più convinti. Noi di Laser abbiamo quindi deciso di rispondere ad alcune di queste domande per mettere finalmente un po’ di chiarezza e ordine sulla questione. 

La fretta però, è risaputo, è una cattiva consigliera; è importante quindi procedere un passo alla volta. La nostra opinione è che affidarsi ai DATI di andamento del settore e-commerce, in particolare B2C, sia sicuramente il miglior modo per iniziare a pensare allo sviluppo del proprio e-commerce. Pochi ma rilevanti dati che possono indicare una via da percorrere e aiutare a capire il contesto in cui ci si vuole inserire. 

Dove reperire questa Informazioni? Una delle fonti più affidabili e sicure è l’Osservatorio del Politecnico di Milano, che presenta ogni anno report dedicati al mondo e-commerce.  

Aprire un e-commerce da zero: Perché. 

Le motivazioni principali che spingono le imprese ad aprire una vetrina online sono principalmente due: 

1) Ampliare il proprio fatturato ed espandere la propria clientela sulla base dei prodotti / servizi esistenti; 

2) Sviluppare nuovi prodotti / servizi dedicati esclusivamente alla vendita online. 

Aprire una store online diventa quindi fondamentale per dare continuità al business e ampliare i propri servizi attraverso il canale digitale. Decidere di farlo rappresenta sicuramente una sfida impegnativa ma che non deve spaventare o porre dei limiti. Grazie ad una giusta strategia ed i giusti partner, infatti, una qualsiasi realtà può raggiungere i propri obiettivi. 

 

Aprire un e-commerce da zero: Digitale vs. Fisico. 

Un e-commerce e un negozio fisico hanno molti punti in comune ma anche differenze sostanziali. La prima di queste è che un e-commerce è aperto 24 ore su 24. La seconda è che chiunque, ovunque si trovi, può raggiungerlo attraverso una semplice ricerca su Google. Questi due elementi fanno sì che uno shop online possa ricevere ordini tutto il giorno tutti i giorni, comportando inevitabilmente una gestione dell’attività diversa da quella di un negozio fisico. Questo non deve spaventare, ma deve responsabilizzare chiunque voglia aprire il proprio e-commerce, rendendolo consapevole che un e-commerce e un negozio fisico non sono la stessa cosa. 

Aprire un e-commerce da zero: l’analisi iniziale e la strategia 

 L'e-commerce è un’attività complessa che va affrontata con una strategia ben strutturata, chiara e razionale, di cui il sito vetrina è solo il punto di arrivo. Noi riteniamo che un aspetto preliminare importante sia quello di scegliere i giusti fornitori e maturare competenze specifiche. 

Il nostro approccio prevede, prima ancora che si arrivi a  veder realizzate le bozze delle pagine di un sito e-commerce, (in gergo tecnico si chiamano wirefreme e mockup), un’attenta analisi competitiva (un piccolo studio di mercato) che prenda in analisi i canali e la tecnologia utilizzata della concorrenza. Parallelamente si deve analizzare anche la propria situazione di partenza: 
Si vende già offline? Quali sono gli obiettivi di fatturato? C'è già un fornitore per le spedizioni? Come si vogliono gestire le scorte di magazzino? Ecc. 

Rispondere a domande come quelle sopra indicate permette di incanalare la strategia nella giusta direzione. 

Aprire un e-commerce da zero: ad ogni merchant il suo store 

L’approccio che usiamo in Laser, partendo dalla consulenza e l’analisi iniziali, ci permette di capire quale sia la soluzione più adatta per sviluppare il progetto desiderato. 
Come software house ci poniamo sempre un obiettivo: realizzare la soluzione ideale e costruita a misura del cliente 
Nonostante le soluzioni custom siano il nostro pane quotidiano, in questi anni abbiamo pensato a diverse possibilità sfruttando il "know-how" acquisito e la nostra competenza. 

Oggi, all'interno dei prodotti Laser dedicati al mondo e-commerce si può scegliere tra queste soluzioni: 

  • Social Commerce: rappresenta la soluzione ideale e scalabile per gli small merchant che approcciano per la prima volta alla vendita online e vogliono sfruttare al massimo le potenzialità dei loro clienti esistenti principalmtne attraverso i social network. Partire dalla propria community in questi casi è fondamentale per iniziare a vendere online e ampliare il fatturato. Inoltre, con pochi click, si potrà passare alle soluzioni "superiori" senza cambi di gestione / tecnologia e noiosi data entry; 
  • E-commerce Basic /Advanced: questa tipologia di soluzioni rappresentano uno step in più. Sono infatti ideali sia per small che per mid-merchant grazie all'ampliamento di caratteristiche/funzionalità tecniche del prodotto garantire attraverso integrazioni. Basic è la soluzione ideale per chi necessità di una vetrina completa e desidera ampliare i suoi clienti oltre alla sua community. Permette di sfruttare un front-end (disegno del sito) precostituito e potrai analizzare nel dettaglio le tue vendite grazie ad una dashboard interna. Non basta? Allora serve un e-commerce Advanced. Fornisce una marcia in più, dando la possibilità di analizzare il traffico che atterra sul sito web grazie a strumenti di analisi, di inviare newsletter ai clienti, di impostare una strategia di marketing mirata; 
  • E-Commerce Custom: questa soluzione rappresenta il nostro "pane quotidiano" come software house. Se si vuole realizzare un vestito su misura questa è la soluzione da scegliere. II design del front-end sarà dedicato, così come anche eventuali integrazioni ad hoc che si ritengano necessarie. 

Tutte le soluzioni sono pensate su specifiche esigenze e sviluppate su un unico motore, sicuro e affidabile che garantisce alta scalabilità in termini di costi e progetto. Tutte le nostre soluzioni infatti risiedono su server AWS, il massimo quando si parla di sicurezza e performance! 

 

Aprire un e-commerce da zero: gli elementi di UX e UI 

Siamo arrivati finalmente ad un capitolo molto importate nella realizzazione di uno shop online, ovvero la parte di vetrina (front end nel gergo tecnico). La scelta del menù di navigazione e la cura di UX e UI servono per dare continuità, fluidità e rendere la navigazione del sito una bella esperienza. Qui si giocherà molta della credibilità del sito e, di conseguenza, la possibilità che un visitatore finalizzi un acquisto. 

Il punto di inizio, in questa fase, è la una mappa mentale con l’alberatura dei contenuti, seguita poi dalla definizione di categorie e sottocategorie (e le caratteristiche) che conterranno i prodotti da vendere. Strutturare un e-commerce aiuta molto in ottica SEO, perché favorisce l'indicizzazione del sito sui motori di ricerca. Definite l’alberatura e la struttura dell'informazione, il passo successivo è la realizzazione della UX/UI dello store. Si parte in prima battuta dal home page, per definire lo stile nel negozio, per poi passare alla personalizzazione scheda prodotto

Aprire un e-commerce da zero: individuare un budget marketing  

Nell'approcciare per la prima volta alla vendita online si deve tener conto dei costi legati alla comunicazione ed il marketing. Proprio come per una vetrina di un negozio fisico in una via affollata, anche per una vetrina online la visibilità è fondamentale. Una delle attività da fare per ottenere una buona visibilità online è ricorrere alle campagne pubblicitarie (per esempio campagne Social Ads (Facebook & Instagram) e/o Google Ads ), che aiutano a generare "traffico" verso il sito. Altri strumenti di marketing sono le Newsletter (e più in generale l’e-mail marketing), il blog e il copywrting dei contenuti.  Sia chiaro, l’investimento nel marketing digitale non è obbligatorio, ma sicuramente è caldamente consigliato per ottenere, soprattutto all’inizio, la spinta necessaria a far decollare il nuovo business. 

Se però il budget di partenza è limitato, con noi di Laser non c’è da disperare! Le nostre soluzioni, infatti, sono completamente SEO friendly e ottimizzate per favorire l'indicizzazione naturale del sito sui motori di ricerca e a generare quindi "traffico organico" attraverso un buon posizionamento organico. 

 

Aprire un e-commerce da zero: quanto può costare?

Provare a dare risposta a questa domanda è sempre difficile perché sono molti i fattori che possono concorrere alla quotazione di un prodotto come l’ e-commerce. Formazione dedicata, costi di hosting e manutenzione, data entry a carico di terzi sono tutte voci che possono intervenire a seconda dei casi ed essere più o meno impattanti. Una risposta però possiamo fornirla concentrandoci solo sugli aspetti più tecnologici. A questo proposito basta visitare la nostra pagina dedicata allo sviluppo e-commerce per scoprire i prezzi delle nostre soluzioni!