SOCIETÀ

Partners

Laser, oltre a collaborare con Università e Centri di Ricerca (su tutti il Politecnico di Torino e l’Ospedale San Raffaele di Milano), è partner tecnologico di importanti realtà internazionali, come Vodafone e NTT Data.

Laser Srl è partner tecnologico di Vodafone Italia Spa.

Laser inizia a collaborare con Vodafone nel “lontano” 1994, quando ancora Vodafone non era Vodafone, ma era semplicemente Omnitel. Nel corso degli anni, la collaborazione è stata costante, continuativa e fruttuosa, tanto che, nel 2014, Laser è diventata ufficialmente partner tecnologico di Vodafone. Sono molti i casi di successo da ricordare: dallo sviluppo del software SMS Gateway, motore pulsante dei servizi di messaggeria realizzati da Vodafone per il business dei propri clienti, all’applicazione Expo in Città – vincitrice del premio ‪#‎SCE2015‬ (Smart City Exhibition), come una delle dieci app in grado di “migliorare la vita delle persone” – passando per i nostri servizi di documentazione delle reti di telecomunicazione, servizio che Laser realizza per Vodafone da oltre 20 anni.‬

La ciliegina sulla torta è rappresentata dai tre Hackdays organizzati da Vodafone per i propri clienti business, nei quali la protagonista assoluta è stata la piattaforma di comunicazione integrata Krake®, di proprietà Laser, ma utilizzata da Vodafone come motore comunicativo dei progetti digital.


Laser Srl è partner tecnologico di NTT Data Italia Spa.

Un anno dopo la nascita di Krake® (2015), Laser è diventato partner ufficiale di NTTData, multinazionale di informatica, che impiega oltre 100.000 professionisti in tutto il mondo e ha la sua sede centrale a Tokyo.


Laser Srl è partner di Osservatori.net Digital Innovation.

Gli Osservatori Digital Innovation della School of Management del Politecnico di Milano rappresentano il punto di riferimento in Italia sull'innovazione digitale.
Le attività sono svolte da un team di oltre 60 tra professori, ricercatori e analisti impegnati su 30 differenti Osservatori che affrontano i temi chiave dell'Innovazione Digitale nelle Imprese (anche PMI) e nella Pubblica Amministrazione, suddivisi in tre aree:

  • Digital Trasformation, che include gli Osservatori che analizzano in modo trasversale i processi di innovazione digitale che stanno profondamente trasformando il nostro Paese;
  • Digital Solutions, che raggruppa gli Osservatori che studiano in modo approfondito specifici ambiti applicativi e infrastrutturali relativi alle nuove tecnologie digitali;
  • Verticals, che comprende gli Osservatori che analizzano l’innovazione digitale in specifici settori o processi.


Laser Srl collabora con l'Istituto Superiore Mario Boella.

L’Istituto Superiore Mario Boella (ISMB) è un centro di ricerca applicata e di innovazione focalizzato sulle Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione (ICT). Fondato nel 2000 da Compagnia di San Paolo e Politecnico di Torino, oggi l’Istituto si avvale delle competenze tecnologiche e di processo di circa 150 ricercatori che lavorano in stretta collaborazione con l’impresa, l’accademia e la pubblica amministrazione. 


Laser Srl collabora con il Politecnico di Torino.

Il Politecnico è una Research University attenta a un equilibrato sviluppo della ricerca fondamentale e di quella applicata. I Dipartimenti coordinano la ricerca articolata in quattro macroaree: Ingegneria Industriale; Tecnologie dell'Informazione; Ingegneria Gestionale e Matematica per l'Ingegneria; Ingegneria Civile e Ambientale, Architettura e Design. La vocazione alla ricerca di qualità del Politecnico si concretizza nel perseguimento di tre principali obiettivi strategici ai quali fanno riferimento specifici progetti e iniziative:
1) Promuovere la qualità della ricerca e le potenzialità dei singoli ricercatori;
2) Accrescere l'impatto della ricerca sulla società;
3) Rafforzare una comunità scientifica internazionale.


Laser Srl è partner di Torino Wireless.

Laser è parte integrante dell'ecosistema Torino Wireless, un partenariato pubblico-privato per la promozione e lo sviluppo dell’innovazione nato nel 2003 grazie a un’ampia partnership pubblico-privata (MIUR e istituzioni piemontesi) per lo sviluppo del primo distretto tecnologico italiano sulle ICT.