DIGITAL COMMUNICATION

Concept, visual & copy

Immaginiamo, progettiamo e realizziamo soluzioni integrate di digital communication, per guardare al futuro cavalcando il presente. Dal marketing mix allo storytelling, passando per il visual design e il customer journey.

Laser Srl: realizzazione mobile app native, siti web e e-commerce.
Laser Srl: SEO, SEM, ASO e servizi di web marketing.

SEO

A tutto questo, dobbiamo aggiungere la fondamentale attività di ottimizzazione per i motori di ricerca (in lingua inglese Search Engine Optimization (SEO), ossia una serie di attività che sono in grado migliorare la visibilità e il ranking di un sito web sui principali motori di ricerca. Tale ottimizzazione viene effettuata anche per i progetti mobile, migliorando il posizionando a la “rintracciabilità” di una specifica app all’interno dei principali market.

Laser Srl: copywriting, campagne social, sms e push notifications.

Copy

Cercare le parole giuste è un’arte. Trovarle è il nostro mestiere.

Avere una grande idea, progettare un’app o un sito con funzionalità innovative ed esclusive (killer’s features) non garantiscono sempre un ritorno dell’investimento in termini di download. Gli utenti, infatti, non sempre vengono automaticamente a conoscenza di una nuova app o di un nuovo sito; per questo occorre ideare una campagna di marketing che riesca a catturare l’attenzione, che sappia raccontare il progetto, delineando i suoi valori e spiegando il perché si tratta di un’app o un sito che DEVONO essere per forza di cose scaricati o navigati. Si possono creare un video tutorial, video virali, sfruttare le potenzialità (e le peculiarità) dei social network, comprare particolari spazi pubblicitari, scrivere una serie di articoli su riviste specializzate, ecc. 

Spesso, infatti, il successo di un prodotto, di un servizio, di un progetto, non risiede tanto nel prodotto stesso, quanto nella capacità e nell’abilità di “saperlo raccontare bene”. In questo senso, negli ultimi anni, all’interno del mondo del marketing, ha preso sempre più importanza un approccio di tipo narrativo, ossia un approccio che non si limita soltanto a presentare il prodotto per quello che è, ma che lo racconta rispetto a quello che permette di fare e a quello che permette di essere a chi lo utilizza, creando situazioni e azioni dinamiche che – in sintesi – raccontano una storia. Quest’ultima ha il vantaggio di essere più facile da ricordare, rimanendo impressa nella mente e raggiungendo così obiettivi comunicativi in grado di sedimentarsi in profondità. L’approccio narrativo viene utilizzato da Laser sia nell’ideazione dei propri progetti, sia nella creazione dei contenuti; inoltre, aiutiamo i nostri clienti a raccontare i propri progetti, attraverso presentazioni di qualsiasi tipologia: dallo speech durante un convegno alle classiche presentazioni Keynotepptxprezi, ecc., passando per la realizzazione di video, fumetti e animazioni.

Laser Srl: sviluppo grafico e user interface design.

Visual

Ogni progetto – così come ogni brand – ha la propria identità visiva: linee, colori, font, spazi pieni e spazi vuoti. Nulla è casuale: tutto ha una spiegazione razionale (ed emozionale).

Quanto detto per l’idea (l’insight) vale anche la parte più propriamente grafica (che totalmente grafica non è). L’identità di un brand passa anche attraverso la scelta dei colori e dei font, che non sono mai scelti in base a semplici criteri estetici («Mi piace di più il Roboto light e il colore magenta – #FF00FF!»), ma sempre tenendo in considerazione criteri sintattici, semantici e valoriali, oltre  – ovviamente – al confronto con le scelte già prese dai competitors (in questo senso, è molto interessante la storia dell’identità visiva del brand Apple, costruita in totale contrapposizione all’identità visiva del suo maggior competitor di allora, ossia IBM; per approfondimenti, rimandiamo alla lettura – sempre attuale e sempre interessante – del saggio del semiologo francese Jean Marie Floch:  Cfr. J.-M. Floch, Identità visive. Costruire l’identità a partire dai segni, Franco Angeli, Milano 1997, pp. 60-96). All’interno di qualsiasi progetto Laser, quindi, ogni scelta grafica deve sempre essere motivata in maniera razionale, ma – allo stesso tempo – deve assolvere alla sua funzione principale, ossia quella di piacere e di emozionare attraverso le linee, i colori, i font.  

Il binomio emozione-ragione è anche alla base dello studio dell’UX e dell’UI di tutti i nostri progetti (web e mobile che siano). La User Interface e, dietro di lei, la User Experience rappresentano la superficie tangibile dei progetti comunicativi di Laser. Dietro al loro disegno e alla loro realizzazione, si celano riflessioni e studi che prendono in considerazione il target, le linee guide dei vari sistemi operativi e tutte le novità grafiche emergenti sul mercato. Il risultato è un’applicazione mobile e/o un sito web in cui ogni elemento è posizionato in maniera armonica rispetto agli altri, e in cui l’utente riesce sempre a trovare, con semplicità ­– e eventualmente ­anche in maniera ludica – la risorsa desiderata. 

Laser Srl: servizi di consulenza per la definizione della strategia e delle soluzioni di Marketing.

Concept

Dietro a ogni scelta c’è una decisione; dietro a ogni decisione c’è una motivazione. Analisi, creatività ed esperienza ci permettono di ideare soluzioni intuitive, essenziali e vincenti.

Alla base di qualsiasi progetto di comunicazione, ci deve essere un’idea. Qualcosa che funziona, che fa accendere la lampadina; un’intuizione istantanea, in grado di scatenare una serie di altre idee, che – come pezzi di un puzzle – si incastrano le une con le altre, trasformandosi – piano piano – in un progetto, concreto e vincente. 

Ma tali intuizioni non sono mai figlie del caso: dietro, infatti, ci devono essere esperienze e competenze sedimentate, un background fertile che è in grado di far nascere idee che, se anche guardano verso l’alto, rimangono ancorate al terreno dal quale sono nate. Fuor di metafora, tutte le grandi idee devono avere alla base un metodo di lavoro e un know-how specifico, che siano in grado di generare una e una sola soluzione, la migliore, quella “giusta”, che tiene conto del target di riferimento, dell’investimento iniziale del cliente, degli obiettivi che si vogliono raggiungere nel breve, nel medio e nel lungo periodo, e di quello che hanno ideato e fatto i competitors.

Ecco, da tutto questo nasce l’illuminazione, che deve essere sì accecante, ma deve avere anche – così come insegna il periodo storico linguisticamente correlato (l’Illuminismo) – delle solide basi razionali.